GITE 1 GIORNO

------

 


DOMENICA 15 MARZO
CORSO FIORITO A SANREMO
 
Partenza ore 6.00 da via Marconi Acqui Terme, ore 6,30 Alessandria.
Percorso autostradale con opportune soste, arrivo a Sanremo. Tempo a disposizione per assistere al Corso Fiorito che si terrà per le vie della città con ingresso gratuito.Inizio sfilata dei carri, circa una quindicina odorni di fiori freschi che compongono un mosaico colorato e profumato.
 Al concorso partecipano le localita’ turistiche della Riviera dei Fiori la manifestazione si concluderà con la premiazione dei carri vincitori per le ore 13.00, circa.
 Pranzo libero. Nel pomeriggio  tempo a disposizione per visite individuali.
Ore 17.30 ritrovo al pullman e partenza per il viaggio di rientro. Arrivo in serata
 
QUOTA DI PARTECIPAZIONE : € 45,00 include viaggio in bus g.t. con accompagnatore

 
 
 
 

 

DOMENICA 22 MARZO
CASTELLO DI ROCCHETTA MATTEI E BOLOGNA
 
Partenza ore 6,30 da Acqui via Marconi e da Alessandria ore 7,00 Mc Donalds.
Arrivo in mattinata presso il Castello di Rocchetta Mattei: lo storico ed affascinante castello è stato edificato nel 1850 dal Conte Cesare Mattei sulle rovine di un antico maniero risalente al 1200.
Il Conte Mattei era un letterato e politico, ma divenne soprattutto noto per i suoi studi nell’ambito della disciplina dell’Elettromeopatia, una scienza mutuata dai principi dell’omeopatia, che ebbe un grande successo su scala mondiale richiamando al castello uomini e donne di tutti i ceti.
Durante la sua vita il Conte modificò più volte la struttura dell’edificio rendendola un intreccio labirintico di torri, scalette e camere dai variopinti stili, dal medievale al moresco.
Attorno al castello, il Conte edificò una serie di villini climatici dove far risiedere i pazienti. Per conoscere la storia della Rocchetta Mattei clicca qui.
Grazie all’accordo  tra la Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna e il Comune di Grizzana Morandi, e con la preziosa collaborazione delle Associazioni locali, la Rocchetta Mattei ha riaperto al pubblico il 9 agosto 2015.

Bologna:  Piazza Maggiore, cuore della città, i palazzi medievali Palazzo di Re Enzo,  Palazzo Comunale e  Palazzo del Podestà, la  Fontana del Nettuno, capolavoro manierista del Giambologna, la  Basilica di S. Petronio e la meridiana del Cassini, il  Palazzo dell’Archiginnasio, antica sede dell’Università, e il seicentesco  Teatro Anatomico, i pittoreschi vicoli del  Mercato Medioevale, il gotico  Palazzo della Mercanzia e le  Due Torri, simbolo della città.
 
quota € 70,00 quota p/persona
include viaggio in bus g.t. con accompagnatore e ingresso con visita guidata al Castello di Rocchetta Maffei
 
pralormo.jpg

 

                                              Domenica 5 aprile 2020

CASTELLO DI PRALORMO CON IL SUO PARCO E LA MOSTRA “MESSER TULIPANO

Partenza ORE 8,00 da Acqui Terme, via Marconi - ORE 8,40 Alessandria Mc Donalds
Ore 10,30 circa: arrivo del gruppo al Castello di Pralormo in provincia di Torino. - la visita all'interno del Castello è guidata a ha una durata di circa una ora. La visita attraversa 14 ambienti penetrando nelle zone più intime della dimora, per scoprirne i momenti di vita quotidiana. In particolare il percorso di visita sarà arricchito dall'ambientazione della straordinaria esposizione di giochi antichi "...così giocavano i nostri nonni..." che sarà infatti prorogata anche per tutto il mese di aprile.Pranzo libero: qualora  interessasse, 
€ possibilità di pranzare in un punto ristoro appositamente allestito nelle Scuderie del parco che propone menu fissi, piatti caldi, freddi e panini;La visita del parco con la mostra Messer Tulipano è libera e può quindi durare il resto del pomeriggio.
Per la XIV edizione il parco del Castello, oltre alla fioritura di più di 75.000 tulipani, accoglierà incredibili collezioni di ranuncoli e esposizioni dedicate agli orti
 
Quota di partecipazione 40,00  comprende: viaggio in bus con accompagnatore, gli ingressi al Castello e alla Mostra.
PASQUETTA

PASQUETTA

13 APRILE “Pasquetta sul lago”
IL LAGO MAGGIORE  E I GIARDINI DI VILLA TARANTO A VERBANIA
 
Partenza ore 7,00 da via Marconi Acqui Terme – ore 7,30 Alessandria Mc Donalds .
Percorso autostradale arrivo sul Lago Maggiore proseguimento per Verbania Formata nel 1939 dall'unione della industriosa Intra, di Pallanza e di Suna, Verbania è oggi il capoluogo del Verbano-Cusio-Ossola dal 1992.
Viene denominata la città dei giardini per il bellissimo giardino botanico di Villa Taranto, ma anche per la bella passeggiata che costeggia il lago, abbellitta con magnolie, camelie e altre specie botaniche. La nostra visita guidata può incominciare da Intra per poi continuare per Pallanza. 
Intra: il nome di Intra vorrebbe significare "tra" "in mezzo", dato che la città è posta tra due fiumi, il San Giovanni e il San Bernardino.
Il cuore pulsante della città è piazza Ranzoni, dedicata ad un pittore locale del periodo della scapigliatura, di fronte alla piazza abbiamo il vecchio imbarcadero dove approdavano i battelli a vapore.Continuando la nostra passeggiata troveremo Villa Caramora, tipico esempio di villa borghese di fine Ottocento.Si rientra per piazza San Rocco dove un tempo si svolgeva il mercato della frutta e passando tra le varie vie interne si giungerà in Vicolo Mulino dove scorreva la roggia, canale d'acqua, che serviva per i vari magli
Città turistica sulle rive del lago, Pallanza è stata insieme a Stresa una delle prime mete turistiche sul lago nell'Ottocento, tanto da arricchire il paesaggio con fastose ville affacciate sul lago e poste sulla collina della Castagnola.
Il centro è caratterizzato da antiche contrade e il lungolago permette una passeggiata con vista sulle isole Borromee e sull'isolino San Giovanni.
Interessante è la chiesa di San Leonardo esempio rinascimentale della zona, che conserva il quadro miracoloso di San Carlo e Villa Giulia, una splendita villa in stile ecclettico, fatta costruire nel 1847 dal padre del Fernet-Branca, Bernardino quindi entreremo nei giardini di Villa TARANTO Questi giardini nascono da un sogno di un uomo, il capitano Mc Eacharn, che qui a Verbania decise di creare i suoi giardini seguendo i canoni del giardino all'inglese.
Nel 1931 acquistò questa proprietà dalla Marchesa di Sant'Elia e iniziò la trasfomazione, mettendo a dimora specie rarissime e trasformando questo luogo in qualcosa di magico.
L'opera fu terminata nel 1940: fu creata la "Valletta", "i giardini terrazzati", il "giardino d'inverno" e un impontente impianto di irragazione tramite il quale viene pompata direttamente dal lago.
Il parco fu aperto al pubblico nel 1952 e da allora è visitabile da Marzo fino  a fine Ottobre.
La Villa non è visitabile dato che ospita gli uffici della Prefettura della nostra Provincia.
Ad Aprile si potranno ammirare i bellissimi tulipani: vengono piantumati oltre 20.000 bulbi appartenenti a 65 varietà diverse e durante la "Settimana del Tulipano" si potrà passeggiare all'interno del "labirito del tulipano".
Nello stesso periodo abbiamo una bellissima fioritura di Magnolie stellate, Rododendri, Forsythie, Narcisi e Viole.
Visitacon guida al termine tempo a disposizione per il pranzo  Verbania .
Nel pomeriggio trasferimento a Stresa
Passeggiata nel centro città e sull romantico Lungolago nel tardo pomeriggio ritrovo presso il bus epartenza  per il ritorno.
 
QUOTA DI PARTECIPAZIONE : € 48,00
Include: viaggio in bus , prenotazione e biglietto d’ingresso ai Giardini di  Villa Taranto visita con guida locale a , assistenza di ns accompagnatore.
 
Si consiglia la prenotazione con anticipo!!!
 
 
 
 
 
 
parma.jpg

 

Domenica 19 aprile 2020
PARMA,capitale della cultura 2020 +
CASTELLO DI FONTANELLATO con gli affreschi del PARMIGIANINO
 
Partenza ore 6,30 da Acqui Terme, ore 7,10 Alessandria Mc Donalds
Percorso autostradale con opportuna sosta in autogrill, arrivo a Parma, città di aspetto  nobile, situata in pianura lungo la via Emilia vanta insigni monumenti. Incontro con la guida locale per giro citta con visita al centro storico : il Duomo , il Battistero, il Palazzo della Pilotta, Madonna della Steccata , ecc.
 Tempo libero per il pranzo.
Nel pomeriggio trasferimento a Fontanellato , piccolo e romantico centro della pianura Padana, stretto intorno alla bellissima Rocca del Sanvitale circondata da un fossato con accesso attraverso il ponte levatoio. Bellissimi gli interni del Castello affrescati dal Parmigianino, si visitano gli appartamenti con gli arredi originali. .
 
 Quota di partecipazione €  45,00
La quota comprende: viaggio in autopullman g.t.- accompagnatore, visita con guida locale alla città di Parma. ( Non sono inclusi eventuali costi di ingresso a Parma)
inclusi ingresso e visita con guida al Castello dei Sanvitale.a Fontanellato
lucca.jpg

 

Sabato 25 aprile
              
LUCCA E LA VILLA REALE DI MARLIA
 
 Partenza ore 6,00 ACQUI  via Marconi,  ore 6.40 Alessandria Mc Donalds. percorso autostradale con opportune soste .
Arrivo a Lucca, incontro con la guida locale e visita al centro storico:
Lucca è l’unica ad aver conservato la propria indipendenza fino al 1847 fra le città-stato della Toscana. Testimonianza unica della gelosa cura con cui il patriziato lucchese ha difeso la libertà della "Civitas", restando le sue intatte Mura (XVI-XVII sec.), dal perimetro di Km 4250, con 10 baluardi, una piattaforma e gli spalti ancora in parte conservati e restaurati. Nel tessuto medioevale della città-murata emergono i monumenti d'arte e di storia delle varie epoche, come l'Anfiteatro Romano, la Basilica di San Frediano, la piazza e la Chiesa di San Michele, il Duomo di San Martino col Volto Santo e la tomba di Ilaria del Carretto scolpita da Jacopo della Quercia, la Torre dei Guinigi, via Fillungo, il Palazzo Ducale in piazza Napoleone, testimonianze ultime del Principato
Il centro storico monumentale della città è quindi rimasto pressoché intatto nel suo aspetto originario, potendo dunque annoverare svariate architetture di pregio, come le numerosissime chiese medievali di notevole ricchezza architettonica (Lucca è stata addirittura soprannominata la "città dalle 100 chiese", proprio per la presenza di numerose chiese nel suo nucleo storico, consacrate e non, presenti in passato ed ora in città), torri e campanili, e monumentali palazzi rinascimentali . Al termine della visita tempo a disposizione per il pranzo libero.
Nel pomeriggio ingresso e visita alla splendida Villa Reale di Marlia (XVII sec.), circondata da alte mura che sembrano proteggerla dal tempo che passa, sorge a Lucca, , in una posizione privilegiata ai piedi dell’altopiano delle Pizzorne. Considerata una tra le più importanti dimore storiche d’Italia, nel XIX secolo è stata residenza di Elisa Bonaparte Baciocchi, sorella di Napoleone e Principessa di Lucca. La proprietà si estende su una superficie di 16 ettari e annovera numerosi e raffinati giardini, vere rarità botaniche e imponenti palazzi edificati nel corso dei secoli. Il suo Parco è percorso dai viali delle Camelie ed ospita due famosi Teatri, quello d’Acqua e quello di Verzura (dove si esibì spesso il celebre violinista N. Paganini per Elisa Baciocchi); a impreziosirlo si aggiungono il Giardino dei Limoni, con il gruppo marmoreo di Leda e il Cigno, e il Giardino Spagnolo di gusto Decò. Da non perdere le diverse residenze d’epoca che arricchiscono la visita al Parco come: la Villa del Vescovo (XVI sec.), adiacente al Ninfeo detto “grotta di Pan”, e l’elegante Palazzina dell’Orologio con la loggia panoramica (XVIII sec.).
Un itinerario pensato ad hoc vi accompagnerà alla scoperta di raffinate opere d’arte e scorci di grande effetto, disegnando un percorso ad anello intorno alla Villa Reale, ai monumenti e ai giardini.
. Nel tardo pomeriggio ritrovo al pullman e partenza per il rientro con percorso autostradale.
Arrivo previsto in serata.
 
QUOTA DI PARTECIPAZIONE : € 58,00
+ ingresso alla villa Reale € 12,00 
La quota comprende: viaggio in pullman con accompagnatore, visita di Lucca con guida locale.
Non sono inclusi gli ingressi facoltativi,ove neccessario.
                                                                                                
            
MASINO.jpg

 

                                    Domenica 17 MAGGIO 2020
                 CASTELLO DI MASINO  CON LAGO DI VIVERONE

Partenza ore 7,30 da Acqui via Marcon, ore 8,10 da Alessandria Mc Donalds
Arrivo per le ore 9,50  presso la biglietteria del castello incontro con la guida e visita.
Da oltre mille anni, il Castello di Masino domina la vasta piana del Canavese da un’altura antistante la suggestiva barriera morenica della Serra di Ivrea, paesaggio intatto e infinito. Questa posizione strategica costò al maniero frequenti contese, ma il nobile casato dei Valperga, che tradizione vuole discendente da Arduino, primo re d’Italia, ne mantenne il possesso fin dalle origini, documentate già nel 1070.Nel corso dei secoli l’illustre famiglia convertì il Castello in residenza aristocratica, poi in elegante dimora di villeggiatura.
A raccontare questo glorioso passato sono i saloni affrescati e arredati con sfarzo, le camere per gli ambasciatori, gli appartamenti privati, i salotti, le terrazze panoramiche: un raffinato sfoggio di cultura sei e settecentesca che trovò espressione anche negli ambienti dedicati alla celebrazione del sapere, come la preziosa biblioteca che conserva più di 25mila volumi antichi.
Intorno, un monumentale parco romantico con uno dei più grandi labirinti d’Italia, un maestoso viale alberato, ampie radure e angoli scenografici che a primavera si inondano di eccezionali fioriture, Al termine della visita trasferimento in bus sulle sponde del Lago di Viverone , tempo a disposizione per il pranzo , vari locali ristoranti e bar si affacciano sul lungo lago , nel pomeriggio possibilità , facoltativa di fare un giro in battello .Nel tardo pomeriggio partenza per il rientro.

Quota di partecipazione €  45,00
Comprende viaggio in bus con accompagnatore , prenotazione e biglietto d’ingresso al Castello , visita con guida